Tutti conoscono il famoso “Conosci te stesso” di Socrate: ma quanti di noi si conoscono davvero?

E’ facile identificarsi con l’immagine che gli altri ci restituiscono di noi stessi: questo non fa altro che favorire la vita sulla superficie di sé.

Ho sempre trovato particolarmente suggestiva l’immagine di noi stessi come fossimo un lago: la superficie è facilmente suscettibile a causa dei fattori esterni. Un alito di vento, il salto di una rana, il tonfo di un sasso lanciato, agitano la superficie del lago.

mantenere-mente-pulita
Photo by Aaron Burden on Unsplash

Se rimani osservatore di quella superficie è facile lasciarsi condizionare dalle interferenze. Se ci pensi, però, la superficie è la parte meno estesa del lago.

Esiste tutta la parte sommersa che nasconde e custodisce il segreto della limpida imperturbabilità. L’unico modo per scoprire questo luogo di serena felicità è immergersi nelle profondità di se stessi.

Con la pratica della meditazione scoprirete che avete un paradiso portatile nel vostro cuore.

Paramahansa Yogananda

La nostra esistenza è vissuta attraverso il filtro della nostra mente. Non esiste una realtà assoluta e oggettiva, ma esistono risposte individuali a degli stimoli esterni.

Tali risposte dipendono dalle nostre capacità di immergerci consapevolmente nelle profondità di noi stessi e di raggiungere il punto di vista privilegiato.

Assodato che non esiste una verità assoluta, piuttosto risposte più o meno utili al nostro benessere, ti faccio una domanda molto semplice:

Qual è per te il colore migliore per colorare la realtà?

Lo so, una parte di te vorrebbe rispondermi: magari fosse così semplice, ma la vita è dura e nei momenti difficili c’è un unico colore possibile.

Mi tocca contraddirti! Perché altrimenti non mi spiegherei tutta quella schiera di persone “poco fortunate” che mantengono un atteggiamento sereno, positivo e propositivo nei riguardi della vita.

E alla fine tale atteggiamento prevale e le difficoltà sbiadiscono di fronte questa forza.

mantenere-pulita-mente-denti
Photo by Hana Lopez on Unsplash

Quanto tempo dedichi alla cura della tua persona?

Sin da bambino avrai imparato l’importanza di lavare i denti dopo ogni pasto, per far sì che siano puliti e sani: perché quando si rovinano i denti sono dolori.

Se non vuoi essere emarginato dalla società e se non vuoi contrarre malattie, hai imparato che è importante pulirsi quotidianamente, farsi la doccia e prendersi cura della propria persona; è inoltre importante mantenere pulito l’ambiente che ci circonda.

Se vuoi che l’intero tuo organismo funzioni in modo adeguato, ti impegni a mangiare in modo sano, limitando bagordi  schifezze, perché certamente sai che alcuni mali non cadono dal cielo, ma sono il risultato di cattive abitudini, anche alimentari.

Detto tutto ciò è facile far seguire quanto sto per dirti: se viviamo la nostra vita attraverso il filtro-mente, non sarà forse il caso di mantenere questo filtro pulito, esattamente come i denti, il viso, la nostra casa, l’intestino…ecc?

Come si fa a tenere pulita la mente?

Attraverso la meditazione.

Nel Rituale per il tuo Benessere in 3 passi, regalo di benvenuto che offro a chi comincia a leggermi, potrai trovare una meditazione guidata molto semplice e bella, per pulire i pensieri.

Ora, qui apro una parentesi doverosa, perché, quando parlo di meditazione la maggior parte delle persone pensa ad una pratica tra l’esoterico e il mistico, che allontana chi pratica dalla vita reale.

Nulla di tutto ciò, perché il valore che si attribuisce alla meditazione lo stabilisce chi pratica.

Per molti sportivi la meditazione è parte integrante del loro allenamento; ai bambini è utile per gestire le emozioni e aumentare la capacità di concentrazione nello studio e nella vita.

Altre persone si avvicinano alla meditazione perché fanno fatica a rilassare il loro corpo – e quindi di conseguenza i loro pensieri.

C’è chi la trova una pratica utile per conciliare il sonno e renderlo più ristoratore.

In tutti i casi è vero che la meditazione è uno splendido allenamento alla consapevolezza della propria mente.

L’esercizio costante e ripetuto nel tempo, permette di integrare il modus operandi della meditazione nella propria quotidianità.

Quindi vorrei ridimensionare quella che è la visione poco informata e deformante della meditazione: non trasforma l’esistenza come per magia, ma si insinua dolcemente nella quotidianità, permettendo alla parte migliore di sé di emergere.

Se deciderai di introdurre la meditazione come nuova abitudine nella tua vita, potrai riscontrare tanti piccoli grandi benefici.

Prima di tutto, meditare aiuta a rilassare tutto il corpo.

Il corpo è la cartina tornasole del nostro stile di vita: se sei particolarmente stressato, probabilmente tenderai a digrignare i denti, soprattutto nel sonno o ad avere problemi alla schiena, alla cervicale, disturbi alla digestione  o intestinali.

La spiegazione a ciò è molto semplice: le tensioni della vita quotidiana mandano in circolo sempre gli stessi pensieri, che generano tensione in tutto il tuo organismo o in specifiche zone di esso.

Praticare la meditazione, aiuta a portare relax ad ogni singola parte del tuo corpo. Allentando tensione sul corpo, si allenterà anche nei pensieri che produci con una felice conseguenza nelle azioni che intraprendi nella tua vita.

Il processo è quello che ho descritto prima, quando ti ho parlato del lago: immergendoti nelle tue profondità, attraverso la meditazione diventi l’artefice del tuo modo di essere e della realtà che ti predisponi a vivere.

Un altro beneficio facilmente riscontrabile dalla pratica meditativa è un miglioramento nella capacità di apprendimento.

Non si smette mai di imparare: lo si fa da ragazzi, nelle diverse fasi di crescita e scoperta del mondo, ma è pur vero che oggi più che mai abbiamo costantemente bisogno di apprendere nuove capacità per poter lavorare e reinventarci.

Questo oggi sembra accadere molto più velocemente che nel passato.

Perché la meditazione favorisce l’apprendimento?

Meditare non è altro che allenare la capacità di concentrarsi su una cosa.

Si può trattare del proprio respiro o di un fascio di luce visualizzato nella nostra mente, che attraversa il corpo come uno scanner; oppure, ancora, concentrarsi su determinati pensieri che generano precise immagini.

Chi medita sa già quanto questo sia fondamentale e non propriamente facile, allo stesso tempo.

Se il filtro della mente non è sufficientemente pulito, durante la meditazione, si insinuano continuamente pensieri, immagini ed emozioni di varia natura.

Risultato: si perde la concentrazione e ci si disperde.

Mi piace descrivere questo con un’immagine suggestiva: la concentrazione è come l’argine del fiume che, a destra e sinistra, ne garantisce l’energia, lo scorrimento e la velocità. 

Se non ci fossero gli argini, l’acqua si disperderebbe facilmente, trasformandosi in acquitrino.

Il momento della meditazione diventa dunque un’occasione per alleare alcune caratteristiche di noi, in modo tale da valorizzarle e amplificarle e portarle facilmente nella vita quotidiana, come felice conseguenza.

Tenere pulito il filtro della mente significa darsi l’opportunità di percepire il meglio del mondo e far emergere il meglio da sé, in salute, benessere, felicità e relax.

Alcuni mi dicono che non hanno tempo per meditare. Alla luce di quanto scritto su questo articolo, capisci che dichiarare di non aver tempo di pulire il filtro della propria mente equivale a dire di non aver tempo di fare il bagno o di lavarsi i denti.

Chi mi segue sa che regalo il Rituale per il tuo Benessere in 3 passi cliccando qui: in esso troverai tre felici abitudini da introdurre nella tua routine, se le riterrai belle per te, per prenderti cura di te.

Il primo rituale è proprio una meditazione guidata per mantenere i pensieri puliti.

Tra le varie risorse troverai anche una meditazione guidata con visualizzazione, che potrai comodamente acquistare qui sul sito.

E se non hai mai meditato e hai bisogno di una guida completa, oppure se vuoi seguire un percorso meditativo approfondito alla scoperta di te, sempre tra le risorse è disponibile il mio corso Impara a meditare, da oggi ad un prezzo speciale!

Prima di salutarti concludo dicendoti che, imparare a meditare e portare l’energia di questa abitudine nella propria vita è un atto educativo al vivere e al gioire, per sé e per chi ci è accanto.

Tu cosa ne pensi? Scrivilo nei commenti se ti va di condividere con me.

Ci leggiamo alla prossima

Rosalba